default-logo

Dallo Storytelling Management al Personal Storytelling. Tutti i significati dello Storytelling

story

Talvolta attribuiamo allo storytelling significati diversi da quello reale. “Storytelling”, inteso come sostantivo, in lingua inglese identifica il “raccontare storie”, il gesto quindi di comunicare e condividere strutture narrative, per raggiungere diversi scopi.

LEGGI ANCHE: Raccontarsi: una nuova arte di Personal Storytelling

Diverso è il processo per cui, tornando in ambito politico o spostandoci in ambito manageriale, parliamo di Storytelling Management (inteso con l’accezione attribuitagli da Christian Salmon nel suo importantissimo saggio “Storytelling. La Fabbrica delle Storie”).

Fin qui, il territorio è noto e anche il nostro apporto non può che essere di confermare quanto definito negli anni passati, partendo da queste due indispensabili certezze.

Lo scenario è mutato con l’affermarsi e lo sdoganamento del concetto di personal branding, che non fa riferimento solo a un determinato modo di porsi, ma anche alla capacità di “far di sé un brand”, applicando le tecniche del marketing del Sé.

In Personal Storytelling, insieme ad Andrea Bettini il tentativo è di andare oltre: se è vero che lo storytelling non è applicabile al marketing, è anche vero che per costruire un’immagine di sé che funzioni grazie ai meccanismi narrativi è necessario immergersi interamente nelle regole della metodologia.

Sì, ma come?

La chiave di tutto è l’Esperienza, intesa come “contenuti psicotici dovuti a una vicenda individuale”: esperienza che diventa fonte di storie ma anche reason why per produrre storie. Su questo punto, è possibile costruire un identikit del processo metodologico che vogliamo identificare sotto l’etichetta di “personal storytelling”.

#PersonalStorytelling

Francesco Gavatorta
L'Autore
Francesco Gavatorta. Autore con Andrea Bettini di #PersonalStorytelling. Costruire narrazioni di Sé efficaci. Strategic Planner, Trainer, Storyteller Expert. Lavora per La Stampa web e Testawebedv (ora Bitmama) prima di entrare alla Scuola Holden di Torino, dove consegue un Master in Tecniche della Narrazione e dove rimane a lavorare come Responsabile dell’Area Web e del Social Media Marketing per cinque anni. Strategic Planner per DGTMedia dal 2013 al 2016, oggi è Head of Strategy in Instant Love. Ha collaborato anche con diverse agenzie fra cui Cesim/A Singularity Team e KeyOne. Editor della sezione Social Media di Ninja Marketing. Twitter: @fRa_gAv