default-logo

Su Elle i consigli di Silvia Zanella per essere selezionati dai social recruiter

Per chi cerca lavoro, non usare i social network o usarli male può avere effetti negativi. Perché? Quanto influiscono Facebook, Instagram, Linkedin sulla scelta di un candidato? La giornalista di Elle Paola Centomo ne ha parlato con Silvia Zanella, autrice insieme ad Anna Martini di Social Recruiter. Strategie e strumenti digitali per i professionisti HR.

«Chiunque abbia un profilo su Internet – spiega l’esperta – lo dovrebbe percepire come un pitch, un’opportunità di originale espressione di sé». Ma attenzione: durante la propria attività social non bisogna mai dimenticare che si sta comunicando con il mondo intero!

LEGGI ANCHE: Perché #SocialRecruiter? Vi rispondiamo con un video

Ciò che facciamo online prima o poi finirà sotto la lente di un recruiter, per cui «la propria identità digitale va assolutamente e sempre gestita. Sapendo che anche non avere un profilo Linkedin è un modo di comunicare se stessi».

APRI IL LINK PER LEGGERE TUTTA L’INTERVISTA DI PAOLA CENTOMO (ELLE) A SILVIA ZANELLA:
Cerchi un nuovo lavoro? 20 segreti per farti pescare sui social dai selezionatori del personale

 

Redazione FrancoAngeli Professioni Digitali
L'Autore
FrancoAngeli Professioni Digitali propone una collezione di guide pratiche raccontate dai protagonisti di oggi: autori che hanno saputo fare la differenza nel proprio settore diventando fonte di ispirazione per tanti. Una Collana dedicata a consulenti, freelancer, professionisti che desiderano aggiornare le proprie competenze e a quanti hanno da poco intrapreso la via del digitale. Libri agili, pratici e concreti, ricchi di consigli, casi studio, testimonianze e contributi di grandi esperti nazionali e internazionali, pensati per approfondire competenze specifiche e le metodologie più innovative. Seguici anche su Facebook!