Chi sopravviverà alla digital transformation war?

«Quello che conta veramente è la relazione tra cliente e commerciante, ma deve digitalizzarsi». Lo sostiene Alessandro Sisti, che il 13 giugno ha presentato in anteprima a giornalisti e influencer il suo nuovo libro: Digital transformation war. Retailer tradizionali VS Giganti dell’e-commerce.

L’incontro è stato ospitato da Connexia, con il CEO Paolo D’Ammassa a fare gli onori di casa.

Alessandro Sisti con Paolo D’Ammassa (Connexia), autore della Prefazione del libro Digital transformation war

 

Secondo Sisti, «Se non vogliono perdere “l’ultimo miglio”, i retailer devono usare la prossimità come asset strategico. In che modo? Attraverso transazioni e touchpoint digitali. Amazon vuole addirittura intermediare le transazioni, sfruttando così ulteriori dati forniti dai suoi clienti».
D’altra parte, la domanda che tutti i retailer dovrebbero farsi oggi è «Cosa vuole il nostro consumatore? Dove ci cerca?». Se pensiamo che WeChat incorpora un sistema di pagamento dal 2012, la risposta alla seconda domanda posta dall’autore è facile da intuire.

 

Un momento del business panel con Alessandro Sisti presso la sede di Connexia

 

Nella digital transformation war l’arma di distruzione di massa per eccellenza è sicuramente la tecnologia («Chi ha la strategia vince, chi ha la tecnologia vince due volte!»), che molto spesso gioca a vantaggio dei disruptor – ovvero i big del commercio globale – e non degli incumbent, i nostri retailer nazionali. E il loro ritardo nell’innovazione digitale, nella business intelligence, nel data driven marketing e advertising di certo non aiuta a vincere la guerra.

Walmart, Tesco, Carrefour, Esselunga, che per anni hanno avuto il monopolio sul cliente finale grazie ad una capillare rete vendita di migliaia di negozi, sono sfidati apertamente dai giganti dell’e-commerce (Amazon, Ebay, Alibaba) con big data, algoritmi e droni, alla conquista definitiva del consumatore omnicanale. Sopravvive chi rimane in piedi per ultimo.

Brand News ha raccolto altri spunti emersi durante l’incontro con Alessandro Sisti, in un articolo che potete leggere qui: La trasformazione digitale come una guerra tra giganti dell’eCommerce e retailer tradizionali

 

 

Post correlati